IC VASARI

Educazione alla salute, all’affettività e alla legalità

Print Friendly, PDF & Email

Il nostro Istituto ha inteso e intende ulteriormente concentrare la propria attenzione su attività volte ad approfondire i temi dell’educazione alla legalità, all’integrazione, all’affettività e alla salute.

Nella scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado saranno proposte attività, diversamente sviluppate all’interno dei contesti didattici, volte a sviluppare la propria identità, il rispetto di sé e degli altri, il rispetto per l’ambiente che ci circonda, la solidarietà, la cooperazione, l’educazione al consumo consapevole, l’interculturalità.

 

SVILUPPO E DIFFUSIONE DI BUONE PRATICHE IN MATERIA DI DECORO URBANO

 

L’Istituto ha aderito alla Consulta per lo “Sviluppo e la diffusione di buone pratiche in materia di Decoro Urbano” e al relativo Protocollo d’Intesa, con delibera del Collegio Docenti dell’8 Ottobre 2013, nell’ottica di un approccio integrato, interdisciplinare e in rete, con la finalità di rendere la scuola parte attiva in materia di decoro e sostenibilità, nel rispetto delle regole di convivenza civile e di rispetto del patrimonio pubblico.

DECORIAMO LA SCUOLA

 

L’Istituto, come forma di educazione e formazione dei propri alunni, ha deliberato di dedicare varie giornate alle buone pratiche di partecipazione attiva, durante le quali le classi si prenderanno cura dell’ambiente scolastico; tale iniziativa denominata “DecoriAmo la scuola”, prende spunto dal Progetto “DecoriAmo la città” che ha determinato la sensibilizzazione civica collettiva.

In uno spirito di inclusione e integrazione di tutti gli alunni, ogni realtà scolastica realizza azioni volte al miglioramento, alla riqualificazione, all’abbellimento dei propri spazi interni ed esterni, sulla base di un percorso legato alle necessità e alle progettualità che sono emerse nel corso dell’anno: un “tirocinio formativo attivo” per l’esercizio della cittadinanza attiva e responsabile.

Si parte da un concetto studiato, dallo stimolo di un’immagine vista, decidendo poi la posizione e l’ambientazione dell’opera progettata; si passa alla fase di riproduzione in scala su carta e alla realizzazione del prototipo. Segue la concretizzazione del progetto su parete, su pannello di legno o supporto di altri materiali attraverso strumenti e colori di vario genere.

EDUCAZIONE ALLA SALUTE

 

Ogni anno gli alunni delle classi terze della scuola secondaria di I grado partecipano al progetto di educazione alla salute promosso dal Consultorio della provincia di Arezzo allo scopo di favorire la conoscenza del servizio consultoriale e nello specifico dello Spazio Giovani; promuovere la fruizione del Servizio in un’ottica di prevenzione; sensibilizzazione alle tematiche dello sviluppo adolescenziale nell’ottica della promozione di comportamenti responsabili e nel rispetto delle relazioni.

 

Olimpiadi della nutrizione

 

La scuola Primaria La Chimera dell’ Ist. Comp. G. Vasari di Arezzo saluta questo anno scolastico con una vittoria esemplare: gli alunni delle classi IV e V si sono aggiudicati il primo premio alla VII edizione delle Olimpiadi della Nutrizione, gareggiando contro scuole provenienti da varie città della Toscana.

Tutte le informazioni su questa iniziativa le trovate qui

 

L’UNIONE FA LO SPORT

 

L’Istituto realizza, ogni ordine di scuola, progetti in collaborazione con enti, esperti esterni e interni all’istituto, volti a promuovere stili di vita salutari e corretti, utilizzando lo sport e il gioco come momento di integrazione tra gli alunni.

  • Progetto circo                                              
  • Progetto yoga
  • Progetto teatro/danza                              
  • Progetto di Atletica
  • Progetto di Volley                                        
  • Progetto “Compagni di Banco”
  • Progetto “Sport di classe”                        
  • Laboratori pomeridiani di calcetto
  • Progetti di Educazione Motoria                
  • Olimpiadi della nutrizione

 

GENITORI A SCUOLA

 

Il coinvolgimento di famiglie e docenti in un progetto educativo condiviso responsabilizza tutti gli attori di questo processo, in uno scambio costruttivo, volto alla responsabilizzazione di ogni soggetto rispetto alla formazione scolastica e sociale degli alunni. Confrontarsi su obiettivi, modalità educative, problematiche sociali ed emotive legate ad infanzia e adolescenza forniscono argomenti e strumenti per contrastare fenomeni di dispersione ed abbandono scolastico.

Attraverso incontri informali, genitori, docenti ed esperti dialogano su argomenti riguardanti la vita scolastica ed affettiva che coinvolge gli alunni e tutta la comunità.

Ci saranno momenti di dialogo, confronto, analisi di problematiche e situazioni concrete, in uno spirito di condivisione, integrazione di culture ed esperienze diverse allo scopo di una costruttiva conoscenza reciproca tra realtà, culture e modalità diverse.